Cittadella degli artisti: basta con la demagogia

La Cittadella degli Artisti è ancora un cantiere e noi chiediamo con forza che venga aperta al più presto. Basta con le promesse non mantenute e gli annunci del centrodestra.
Quell’intervento è stato finanziato grazie al bando della Regione Puglia “Bollenti Spiriti” (approvato con delibera della giunta regionale n. 229 del 17 marzo 2006) con un contributo a fondo perduto di 560.000 euro, cui il Comune di Molfetta ha aggiunto 140.000 euro, come si evince dalla graduatoria approvata con Atto del Dirigente del Settore Politiche Giovanili della Regione, n. 298 del 31 ottobre 2006.

Pertanto se la “Cittadella degli Artisti” vedrà la luce sarà possibile solo grazie all’iniziativa “Laboratori Urbani” della Regione.
Il centrodestra in queste ore cerca di mistificare la realtà, confondendo la “Cittadella degli Artisti” (spazio rivolto alla creatività giovanile che si esprime attraverso le arti visive, la musica e il teatro) con il Centro Socio-Educativo per Minori che sarà ospitato nello stesso capannone ex-Asm, sulla via di Bisceglie, e che è stato finanziato con altre risorse per altre finalità. I due interventi, per quanto compatibili, sono diversi e vanno tenuti distinti.
Tra l’altro che la “Cittadella degli Artisti” sia un intervento finanziato dalla Regione è evidente nello stesso progetto presente sul sito del Comune di Molfetta a questo link: http://www.comune.molfetta.ba.it/docs/01PEGFORUM.pdf

Pertanto, al di là della demagogia e della propaganda, il candidato sindaco di centrodestra deve spiegare come mai, a distanza di 7 anni dall’aggiudicazione del finanziamento “Bollenti Spiriti” e a distanza di 5 anni dall’inizio dei lavori, la “Cittadella degli Artisti” è ancora un cantiere, la cui apertura è stata annunciata decine di volte con le solite promesse non mantenute di chi ci ha amministrato in passato.